Installazione mezzi pubblicitari

Cos'è:

La collocazione di cartelli e/o altri mezzi pubblicitari lungo le strade o in vista di esse è soggetta ad autorizzazione da parte dell'ente proprietario della strada.

UBICAZIONE dell'IMPIANTO:

Centro Abitato: la competenza all'autorizzazione è sempre del Comune, previo nulla osta dell’ente proprietario della strada per i tratti di strade statali, regionali o provinciali, che attraversano i centri abitati.

 
Fuori centro abitato la competenza all'autorizzazione è dell'ente proprietario della strada – per il nostro territorio trattasi sempre di strade provinciali, di competenza della Provincia di Parma.

Strade provinciali presenti nel territorio comunale:

S.P. N. 15 “Parma – Berceto

S.P. N. 39 “

S.P. N.

 

TIPOLOGIA IMPIANTO:

Impianti permanenti:

costituiti da manufatti mono o bifacciali ancorati a terra o su fabbricato.
L’impianto può essere soggetto al pagamento dell'imposta comunale sulla pubblicità (ICP).
 

  • Pubblicitari: insegna di esercizio su supporto autonomo, preinsegna, mezzo pittorico, cartello stradale, impianto a messaggio variabile, cassonetto luminoso, totem, bandiera.
  • Affissionali: cartello affissionale, trespolo, tabella affissionale.

 
Impianti Temporanei:

impianti manufatti mono o bifacciali installati non oltre i 90 giorni consecutivi.
Se l'installazione avviene su suolo comunale, l'autorizzazione viene rilasciata anche come concessione all'occupazione di suolo pubblico previo pagamento del relativo canone (TOSAP).

  • Propaganda di eventi e manifestazioni: striscione e prisma.

VARIAZIONE del MESSAGGIO PUBBLICITARIO:

 

 Per la pubblicità permanente la variazione del messaggio pubblicitario va preceduta da una comunicazione al Servizio comunale competente, con allegato il bozzetto del nuovo messaggio.
La variazione si intende assentita in assenza di comunicazione di rigetto da parte del Comune.

 

 

 

 

REVOCA e RINUNCIA:

 

L'autorizzazione è revocata per:

  • sopravvenuti motivi di interesse pubblico;
  • mancato pagamento del canone TOSAP;
  • difformità rispetto all'oggetto della autorizzazione;
  • mancato rispetto delle condizioni previste nella stessa autorizzazione.

DECADENZA

L'autorizzazione decade in caso di:

  • mancata collocazione del mezzo pubblicitario entro tre mesi dalla validità dell'autorizzazione o dalla data del rinnovo;
  • installazione della struttura priva del messaggio pubblicitario per oltre tre mesi;

 
In entrambi i casi permane comunque, dove previsto, l'obbligo del pagamento degli oneri.

 

SOSPENSIONE o MODIFICA

L'autorizzazione può essere sospesa o modificata per sopravvenute e motivate ragioni di ordine pubblico. In caso di sospensione nasce il diritto al rimborso per il canone eventualmente già versato.

 

Chi può richiederlo: L’interessato o persona da esso delegata

 

 

TEMPI:

L'autorizzazione è rilasciata dal Comune di norma entro 60 giorni dalla data di presentazione della relativa domanda.

Il mancato rispetto del suddetto temine NON comporta l'applicazione del silenzio/assenso.

Il termine rimane sospeso nel caso di richiesta di documentazione integrativa oltre a quella depositata, che dovrà essere prodotta entro 60 giorni.

In caso di mancato ricevimento di quanto richiesto, la domanda presentata si intende respinta.

l termine può essere sospeso, entro 20 gg dal ricevimento della istanza, se l'istanza non è completa di tutta la documentazione e dei dati previsti.

 

In caso di mancato ricevimento entro i termini indicati nella richiesta di integrazione la domanda viene archiviata.

Validità documentazione rilasciata: DURATA e RINNOVO:

autorizzazione temporanea - durata massima di tre mesi (90 giorni) scaduti i quali va rimossa.

autorizzazione permanente - validità tre anni, rinnovabile (a condizione che la richiesta sia presentata almeno 90 giorni prima della scadenza naturale. La richiesta di rinnovo deve contenere gli estremi della autorizzazione originaria e un'autodichiarazione di conferma delle caratteristiche dell'impianto).

 

Spese a carico dell'utente: Domanda di autorizzazione:

marca da bollo di Euro 16,00 da apporre sul modulo di domanda

versamento di Euro 30,00 per diritti di istruttoria (*)

 
Per il ritiro dell'autorizzazione:

 marca da bollo di Euro 16,00 (da applicare sull'autorizzazione)

 
TOSAP
Se l'impianto si trova su suolo pubblico occorre pagare il canone per l'occupazione di suolo pubblico – TOSAP- ove dovute.

Inoltre, è dovuta l'Imposta sulla Pubblicità.

 

Riferimenti legislativi (Normativa):

Art . 23 Codice della Strada (D.Lgs 285/92 e s.m.i.) Nuovo Codice della Strada 495/92 Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo codice della strada Decreto Legislativo n. 507 del 15/11/93 Decreto Legislativo n. 285 del 30/04/92 e successive                            modificazioni (Nuovo Codice della Strada)